Strof: termine molto utilizzato ma piuttosto singolare per buio, in quanto non trova corrispondenza in italiano o altre lingue. Deriva probabilmente dal sostantivo tedesco Strafe (pena), in dialetto Stròf, ed è stato introdotto da soldati per significare una condanna subita (Strafe) e da scontare al buio (un tempo non si scherzava...) di una prigione ovvero in gattabuia.Successivamente l'aggettivo si è per così dire svincolato dal suo significato originario acquistando una propria autonomia e rilevanza nel linguaggio laivesoto per designare l'assenza di luce o illuminazione e fare il paio con il contrario "ciar".

Dizionario